lunedì 11 marzo 2013

Save the date: 10.03.2013 STOP CON I TEST SUGLI ANIMALI!

Save the date 10.03.2013
Data importante...una data che si aspettava da anni, "È un passo avanti di importanza storica, che corona decenni di battaglie animaliste" come lo definisce l'ex ministro Michela Vittoria Brambilla accogliendo con vivo apprezzamento il divieto di test sugli animali per i cosmetici. 
Dopo anni e anni, i nostri fondo, le nostre creme, i nostri rossetti ricavati ustionando e avvelenando conigli e cavie sono fuori legge.

Foto proprietà de La Repubblica.it
L'Unione Europea ci ha messo vent'anni, dopo 23 anni di difficili lotte e di promesse troppo spesso mancate, di petizioni, manifestazioni, votazioni a Bruxelles, ma alla fine la data che tutti aspettavano è arrivata,  anche l' UE si libera da tutti i test su animali in ambito cosmetico: oggi, infatti, entra in vigore l'ultimo stop previsto dalla Direttiva 2003/15 che impone il divieto di sperimentare su animali, o importare, anche gli ingredienti oltre ai prodotti cosmetici. Da oggi in poi nei scaffali dei supermercati e delle nostre profumerie i prodotti saranno tutti CRUELTY FREE ossia prodotti senza crudeltà, quella crudeltà che viene "sperimentata" sugli animali, con processi spesso inutili e dolorosi e non eticamente accettabili. Sono sopratutto i roditori, topi e ratti a popolare gli stabulari degli Istituti di Ricerca, ma per controllare che mascara, rossetti, creme, balsami non scatenino allergie si ricorre anche ai test su  pecore, conigli, mucche, rane, scimmie e altri animali.
La nuova direttiva Europea, stabilisce che la sicurezza di un prodotto, va cercata con test in provetta di laboratorio, ho direttamente sull'uomo, come negli Stati Uniti  e in Svizzera, nell'ultima fase di test di molti farmaci, volontari pagati testano prodotti, assumendosi ogni responsabilità degli effetti avversi o collaterali.
'Oggi la Lav festeggia questa grande vittoria a Roma, in piazza del Pantheon con un "Happy Hour per gli animali", un brindisi insieme a cittadini e sostenitori per ribadire come per questo settore avremo un'Europa libera dall'orrore incettabile di questa parte della vivisezione''. Con la Lav in questa occasione di festa, molte delle aziende che hanno fatto della loro etica antivivisezionista una politica aziendale.
La Brambilla avrebbe già in serbo la prossima tappa, una proposta di legge per l'abolizione tout court della vivisezione. Proposta che l'ex ministro depositerà il primo giorno di insediamento del parlamento. "L'opinione pubblica - ha concluso la Brambilla - considera la vivisezione eticamente inaccettabile e rifiuta una scienza fondata sulla sofferenza. Prima lo capiranno le autorità, meglio sarà". Vinceremo anche questa battaglia? Staremo a vedere...

MARIANNA for PLUMAGE ARTIST ©

5 commenti:

  1. io adoro gli animali... e non sopporto le atrocità che fanno per provare degli stupdi prodotti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquilla...qst schifo è finito da oggi! <3

      Elimina
  2. Ed è proprio così...una data importantissima a cui nemmeno si credeva possibile arrivare e invece PER FORTUNA ora ci siamo e anche noi, beauty addicted, possiamo tirare un sospiro.
    Poveri cuccioli...finalmente vita diversa anche per loro

    *_________________*

    RispondiElimina
  3. è una data da ricordarsi e da festeggiare!

    RispondiElimina
  4. io lo spero davvero con tutto il cuore!!! son crudeltà gratuite, che non servono all'essere umano!!!

    RispondiElimina